Un uomo tra gli uomini, sempre, anche nella sventura, anche nel dolore. Ecco in che cosa consiste la vita, questo é il suo compito (F. Dostoevskij).

Umberto prova a tendere la mano per chiedere l’elemosina. Non ci riesce, è troppo degradante. “Umberto D” è un film del 1952, diretto da Vittorio De Sica e sceneggiato da Cesare Zavattini. Ad essere raccontata è la storia di un anziano pensionato che prova giorno dopo giorno a sopravvivere con l’esigua pensione che si ritrova […]

Read More

VANGELO#2, di Virgilio Sieni e Mimmo Cuticchio, è un progetto di ricerca sulla relazione tra arte del gesto e opera dei pupi che si inserisce nel più ampio progetto triennale Palermo_Arte del gesto nel Mediterraneo, promosso dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Palermo. Attraverso un percorso di azioni coreografiche interpretate da danzatori, attori, cittadini di […]

Read More

Cinquantatré anni e non sentirli! Il 18 dicembre 1964 usciva nelle sale italiane «Matrimonio all’italiana» , diretto da Vittorio De Sica e interpretato dalla ormai celebre coppia Sophia Loren e Marcello Mastroianni. Il soggetto del film è la commedia teatrale di Eduardo De Filippo “Filumena Marturano”, scritta nel 1946, vide la sua prima trasposizione nel grande […]

Read More

“È la voce di tutti quei minori migranti che riescono ad arrivare soli in Italia e che vogliono ricominciare a vivere, a sperare e a credere nel proprio futuro”. Con queste parole, due mesi fa è stato introdotto e proiettato al teatro Politeama il documentario “Io sono qui” di Gabriele Gravagna, prodotto da On The […]

Read More

Il signor Palomar fa la coda in un negozio di formaggi, a Parigi. Vuole comprare certi formaggini di capra che si conservano sott’olio in piccoli recipienti trasparenti, conditi con varie spezie ed erbe. La fila dei clienti procede lungo un banco dove sono esposti esemplari delle specialità più insolite e disparate. E un negozio il […]

Read More

Non chiederci la parola che squadri da ogni lato l’animo nostro informe, e a lettere di fuoco lo dichiari e risplenda come un croco perduto in mezzo a un polveroso prato. Ah l’uomo che se ne va sicuro, agli altri ed a se stesso amico, e l’ombra sua non cura che la canicola stampa sopra […]

Read More

Farneticava. Principio di febbre cerebrale, avevano detto i medici; e lo ripetevano tutti i compagni d’ufficio, che ritornavano a due, a tre, dall’ospizio, ov’erano stati a visitarlo. Pareva provassero un gusto particolare a darne l’annunzio coi termini scientifici, appresi or ora dai medici, a qualche collega ritardatario che incontravano per via: – Frenesia, frenesia. – […]

Read More

Taci. Su le soglie del bosco non odo parole che dici umane; ma odo parole più nuove che parlano gocciole e foglie lontane. Ascolta. Piove dalle nuvole sparse. Piove su le tamerici salmastre ed arse, piove su i pini scagliosi ed irti, piove su i mirti divini, su le ginestre fulgenti di fiori accolti, su […]

Read More

È dentro noi un fanciullino che non solo ha brividi […] ma lagrime ancora e tripudi suoi. Quando la nostra età è tuttavia tenera, egli confonde la sua voce con la nostra, e dei due fanciulli che ruzzano e contendono tra loro, e, insieme sempre, temono sperano godono piangono, si sente un palpito solo, uno […]

Read More

Era alta, magra, aveva soltanto un seno fermo e vigoroso da bruna – e pure non era più giovane; era pallida come se avesse sempre addosso la malaria, e su quel pallore due occhi grandi così, e delle labbra fresche e rosse, che vi mangiavano. Al villaggio la chiamavano la Lupa perché non era sazia […]

Read More